Progetto Ennodia - Soggiorni studio ad Atene

 

 
 
 
Eventuali docenti interessati possono mettersi in contatto fin da ora con la direzione del Centro Studi all'indirizzo e-mail teatro.classico@unito.it
 

 
Progetto Ennodia
Soggiorni di istruzione ad Atene per gli studenti dei licei italiani
-
L'Esperienza del Teatro Classico
(marzo-maggio 2019)
 
 
Il Centro Studi sul Teatro Classico
 
Il Centro Studi sul Teatro Classico dell'Università degli Studi di Torino opera in seno al Dipartimento di Studi Umanistici per promuovere lo studio e la divulgazione del dramma antico; il Centro è il frutto della collaborazione di docenti universitari, ricercatori, studenti e professionisti del mondo teatrale che desiderano contribuire alla causa dell'Istituto, alle pubblicazioni e alle iniziative di studio e divulgazione che esso promuove in abito universitario ed extra-universitario.
La direzione del Centro è in carico al professor Francesco Carpanelli, titolare della cattedra di teatro greco-latino presso l'Università di Torino; la segreteria organizzativa è affidata al dott. Luca Austa.
Il Centro Studi sul Teatro Classico raccoglie l'eredità della lunga collaborazione tra l'Università di Torino e i licei del territorio nazionale nella realizzazione del Premio Dioniso del Teatro Classico che ha visto nelle sue otto edizioni all'attivo la partecipazione di centinaia di studenti alla messa in scena dei drammi della tradizione greca antica in un contesto di vivace competizione che richiama alla mente quella delle Grandi Dionisie.
Per l'anno scolastico 2018/2019 il Centro Studi sul Teatro Classico ha approvato la realizzazione del progetto Ennodia per incrementare ancor più la cooperazione tra l'Università di Torino e il mondo della scuola superiore nell'ottica di una reciproca e proficua collaborazione volta alla formazione culturale e umana dei giovani studenti nell'ambito della cultura classica e – in particolare – della tradizione drammatica greca antica.
 
Il Progetto Ennodia
 
Il progetto prevede la realizzazione di viaggi di istruzione dedicati agli studenti del triennio dei licei del territorio nazionale. I soggiorni, della durata di 5 giorni (lunedì-venerdì), seguiranno un programma di passeggiate didattiche, visite storico-archeologiche e lezioni sul dramma, sulla lingua e sulla civiltà greca antica; l'esperienza sarà completata da un'immersione – guidata da esperti locali – nella cultura, nella lingua, nella musica e nella cucina della Grecia contemporanea.
Le visite e le lezioni si svolgeranno secondo il prospetto sotto riportato e saranno tenute da docenti universitari dell'Università di Torino e dell'Alexandria Institute of Athens (www.alexandria-institute.com); i curriculum degli esperti coinvolti sono reperibili nell'allegato A al presente progetto.
Lo scopo del progetto è quello di costituire un momento di educazione “sul campo”, permettendo ai giovani studenti di visitare ed esperire de visu i luoghi e le vestigia del patrimonio della cultura classica oggetto di quotidiano studio nelle aule scolastiche. Inoltre, le conferenze pomeridiane consentiranno ai partecipanti un graduale avvicinamento al metodo e all'ambiente della ricerca universitaria propedeutico alla costituzione di una forma mentis aperta e disposta a una futura, possibile iscrizione ai corsi di laurea in Lettere, Storia e Archeologia.
 
Organizzazione
 
L'argomento del soggiorno proposto per l'a.s. 2018/2019 è “L'esperienza del teatro classico”; le attività scientifico-didattiche del soggiorno avranno luogo secondo la seguente scansione, fatte salve eventuali esigenze specifiche dei singoli Istituti.
 
Lunedì
Mattino
 
Viaggio aereo Italia-Atene
Pomeriggio
Sistemazione in hotel
 
Sera
 
Cena libera o in locale tipico greco
Benvenuto e presentazione del progetto
 
 
Martedì
 
Mattino
 
 
 
Passeggiata storico-archeologica: dal Ceramico al Tempio di Zeus Olimpio
 
Pomeriggio
 
Lezione: “Atene e le rappresentazioni teatrali”, prof. F. Carpanelli (Torino)
 
Sera
 
 
 
Cena libera o in locale tipico greco
Visita serale al Licabetto (Kolonaki)
 
 
Mercoledì       
Mattino
 
 
Visita dell'area archeologica dell'Acropoli (annesso Odeon e Teatro di Dioniso); visita al Museo dell'Acropoli
 
Pomeriggio         
Lezione: “Dal mito alla scena”, dott. Luca Austa (Torino-Siena)
 
Sera
Cena libera o in locale tipico greco
Visita serale al quartiere di Exarchia
 
 
Giovedì
 
Mattino
 
 
Passeggiata storico-archeologica: il mare e il Pireo (con annesso Museo Archeologico)
 
Pomeriggio
Lezione: “La lingua e la storia di Atene”, prof. Andreas Tselikas (Alexandria Institute)
 
Sera
 
Cena libera o in locale tipico greco
Visita serale all'Areopago.
 
 
Venerdì
 
Mattino
 
 
 
Visita al Museo Archeologico Nazionale di Atene
(attività variabile in virtù delle esigenze di viaggio di ciascun istituto)
 
 
Pomeriggio
Rientro in Italia
 
Possibili visite alternative
 
In alternativa al programma generale è possibile per ciascun Istituto scegliere eventuali visite guidate fuori programma presso le seguenti località (che sostituiranno una mattinata di attività). Il trasporto da Atene avverrà con bus privato e il pranzo verrà consumato in una taverna del luogo.
 
  • Il santuario di Eleusi e il Museo;
  • La Pianura di Maratona, Museo e pranzo sulla baia;
  • Il santuario di Oropòs e il tempio di Nemesi a Ramnunte;
  • Il culto di Artemide a Brauron e il Museo;
  • Il tempio di Poseidone a Capo Sunio e la costa dell'Attica.
 
Informazioni pratiche
 
Le date del viaggio saranno stabilite in base alle esigenze di ciascun Istituto; il periodo preposto al soggiorno è quello compreso tra i mesi di marzo e maggio 2019, con cadenza settimanale a decorrere dal 18 marzo fino al 13 maggio 2019.
La partecipazione è aperta a tutti gli studenti dei licei del territorio nazionale; gli studenti dovranno essere accompagnati da docenti dell'Istituto secondo le correnti normative.
I gruppi dovranno essere costituiti da un minimo di 20 a un massimo di 50 studenti; è fatta salva la possibilità per l'Istituto di iscrivere al soggiorno studio due gruppi in date differenti.
 
Costi
 
L'organizzazione pratica del viaggio e dei pernottamenti dei partecipanti è lasciata alla libera iniziativa di ciascun Istituto. Per permettere una comoda sistemazione dei partecipanti, in relazione alle visite e alle lezioni pomeridiane, il Centro consiglia di alloggiare nelle zone di Omonia o di Monastiraki, dalle quali ci si può spostare facilmente in metropolitana.
Il costo dell'organizzazione, comprensivo delle guide, dei docenti e degli esperti che contribuiranno allo svolgimento di visite e lezioni è – indicativamente – di Euro 50 pro capite.
Gli Istituti interessati alla partecipazione sono invitati a mettesi in contatto con la Segreteria del Centro Studi al fine di valutare eventuali riduzioni di prezzo in relazione al numero dei partecipanti.
Le spese che esulano dall'attività organizzativa (docenti, esperti, guide, materiale didattico) saranno approssimativamente le seguenti.
 
  • I pasti, per i quali ogni scuola è libera di organizzarsi auto-nomamente; in particolare, per le cene, gli Istituti possono preve-dere una formula di mezza pensione in hotel, oppure decidere di cenare in locali tipici, nei quali gli studenti proseguiranno la pro-pria esperienza di studio della cultura greca antica e moderna dal punto di vista gastronomico, con il contributo di esperti locali.
  • Il costo per i trasporti (metropolitana, bus) nella città di Atene è di 9 Euro tutto compreso, grazie all'apposito abbonamento settimanale.
  • Il costo per l'accesso ai musei oggetto della vista è estremamente contenuto grazie alle numerose riduzioni previste per i minori di 18 anni e per i gruppi scolastici. La spesa complessiva ipotizzabile è di circa 20 Euro pro capite.
     
La somma concordata per l'organizzazione andrà versata nelle modalità e nei termini che verranno comunicati direttamente dalla Segreteria del Centro Studi, secondo le esigenze di ciascun Istituto; la restante somma di spesa prevista dovrà essere messa a disposizione dei partecipanti che di volta in volta provvederanno secondo le loro necessità.
Sarà cura dell'organizzazione fornire i partecipanti di tutto il materiale didattico necessario alla fruizione delle visite e delle lezioni.
 
Modalità di adesione
 
Per confermare l'adesione di un gruppo al soggiorno studio, l'Istituto di appartenenza dovrà mettersi in contatto con il Centro Studi sul Teatro Classico all'indirizzo e-mail teatro.classico@unito.it entro il mese di gennaio 2019 allegando un elenco degli studenti e dei docenti accompagnatori coinvolti; sarà cura del Centro Studi e dell'Istituto stabilire di concerto i giorni più adatti per il viaggio di istruzione.
 
Contatti
 
Per qualsiasi informazione è possibile contattare il Centro Studi sul Teatro Classico all'indirizzo e-mail ufficiale teatro.classico@unito.it o telefonicamente al +39 340.210.1360.
 
Allegato A
 
Breve presentazione dei docenti e degli esperti coinvolti
 
prof. Francesco Carpanelli
Docente di teatro greco-latino presso l'Università degli Studi di Torino.
Laureato presso l'Università degli Studi di Firenze in Filologia Classica e in Storia Romana sotto la guida di G.B. Alberti e di P. Desideri, è attualmente docente di teatro greco-latino presso l'Università di Torino. Dal 2017 dirige il Centro Studi sul Teatro Classico; è coordinatore del Comitato Scientifico dell'annuale convegno internazionale sul dramma antico frammentario “The Forgotten Theatre”; è direttore della collana Il carro di Tespi – Materiali per il teato greco-latino (ed. Dell'Orso); è membro del comitato di redazione della rivista Studi Italiani di Filologia Classica (SIFC). Le sue pubblicazioni riguardano principalmente la tragedia sofoclea ed euripidea, la commedia e il dramma greco frammentario. Ha pubblicato monografie (la più recente Da Eschilo a Seneca Legami pericolosi e scena classica. Il connubio tra sacro e profano, Alessandria 2015), contributi in atti di convegno e numerosi articoli scientifici.
 
dott. Luca Austa
Dottorando in Antropologia del Mondo Antico presso l'Università degli Studi di Siena.
Laureato in Forme Drammatiche dell'Antichità e in Lingua e Letteratura greca presso l'Università degli Studi di Torino sotto la guida di F. Carpanelli ed E.V. Maltese, dopo un periodo di formazione presso l'Università Parigi IV-Sorbona è attualmente dottorando in Antropologia del Mondo Antico presso l’Università degli Studi di Siena e incaricato del seminario “Istituzioni di Teatro Classico” presso l'Università degli Studi di Torino. Dal 2017 è Segretario organizzativo e ricercatore presso il Centro Studi sul Teatro Classico dell'Università di Torino. Si occupa di drammaturgia greco-latina, letteratura e antropologia delle società antiche. Ha curato Atti di convegno e volumi miscellanei per conto del Centro Studi sul Teatro Classico. Ha pubblicato contributi in atti di convegno e articoli scientifici (il più recente sulla rivista on-line Camenulae (XVIII) dell'Université Paris IV-Sorbonne, Intorno a un caso di censura musicale tra Sparta e Atene. Dal Decretum Lacedaemoniorum contra Timotheum Milesium (Boeth. Inst. Mus. I, 1) ai ΜΥΡΜΗΚΟΣ ΑΤΡΑΠΟΙ di Agatone (Ar. Th. 100).)
 
dott. Andreas Tselikas
Presidente dell'Alexandria Institute di Atene e docente di lingua greca moderna ed antica.
Andreas Tselikas è docente di lingua e di letteratura greca moderna e antica, nonché presidente dell'Alexandria Institute of Athens, un ente privato che orga-nizza corsi di lingua e cultura greca in vari luoghi della Grecia e che ha come obiet-tivo la promozione della lingua greca e degli studi umanistici. E' laureato in lettere classiche presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Atene; ha conseguito il Ma-ster in Beni Culturali Ecclesiastici presso la Facoltà di Conservazione dei Beni Cul-turali (con sede a Ravenna) dell'Università di Bologna e il Master sulle Relazioni Reciproche tra Grecia e Italia nella Letteratura, nella Storia e nell'Arte presso la Facoltà di lingua e cultura italiana dell'Università di Atene. Ha collaborato a diversi progetti di digitalizzazione di manoscritti e di archivi storici della Biblioteca Na-zionale Greca, della Biblioteca Classense di Ravenna, del Patriarcato Ortodosso di Alessandria d'Egitto, dei monasteri bizantini del Monte Athos e dell'Ente Nazio-nale per le Ricerche (Grecia).